Stalle sociali

Il sistema delle stalle sociali del Consorzio

L’avvio di un sistema di stalle sociali diffuse su tutto il territorio nasce a seguito di un’analisi approfondita dedicata alla filiera dell’allevamento, che ha mostrato come questo settore sia in forte sofferenza nelle zone montane. Per risolvere queste problematiche è sembrato opportuno ripensare ai modelli produttivi: il rilancio del settore è infatti imprescindibile, così come lo è la necessità di adottare strategie organizzative incentrate sulla collaborazione tra consorziati e su nuove esperienze di inclusione sociale.

Le stalle in Val Tramontina

Il Consorzio prevede l’apertura di tre stalle sociali basate sui principi sopra espressi, che costituiranno il nucleo di un sistema più articolato. Le prime due stalle verranno attivate già nei prossimi mesi in Val Tramontina, in strutture abbandonate o sotto-utilizzate già presenti in loco, evitando così anche un ulteriore consumo di suolo.  Queste stalle ospiteranno nel complesso oltre trecento pecore da latte, acquisite grazie all’adesione di privati cittadini al progetto Adotta un minigregge. La gestione dei capi sarà di tipo estensivo, con ampi pascoli a loro disposizione. Questi numeri permetteranno un incremento della produzione casearia della latteria di Tramonti di Sotto, recentemente assegnata al Consorzio, e consentirà l’assunzione di una nuova persona in affiancamento all’attuale casaro ed un’altra almeno alla gestione delle stalle.

La terza stalla sociale aprirà i battenti nel corso corso di questo 2018 ad Erto e Casso. Essa ospiterà 50 pecore alpagote e permetterà l’inclusione socio-lavorativa di persone con disabilità residenti in quel territorio. La stalla diventa quindi sociale perché è in grado di unire attività produttive, solidaristiche, didattiche e turistiche portando beneficio alla Comunità locale, nel rispetto e valorizzazione del territorio.
Su queste attività verrà condotto un progetto di ricerca con l’università di Udine finalizzato all’analisi comparata della qualità del latte prodotto nelle varie stalle consortili, che ospiteranno diverse razze ovine.

Infine, le nuove stalle sociali saranno anche luoghi preziosi per le proposte turistiche ed esperienziali, che permettano ai “nuovi turisti” di scoprire da vicino il territorio con le sue produzioni locali.

You are donating to : Greennature Foundation

How much would you like to donate?
$10 $20 $30
Would you like to make regular donations? I would like to make donation(s)
How many times would you like this to recur? (including this payment) *
Name *
Last Name *
Email *
Phone
Address
Additional Note
paypalstripe
Loading...